RecensioniUncategorized

koto Lab Prato

posted by Letizia aprile 13, 2017 0 comments

Adesso anche Prato ha il suo Koto ramen, o per meglio dire Koto lab. Lo abbiamo provato sabato sera, ad un giorno dall’apertura ed ecco le nostre impressioni.

La prima cosa da sapere è che le prenotazioni si possono fare solo online, sarà possibile prenotare dalla mattina per la sera stessa a partire dalle 8 , la cena è su tre turni di servizio: 19.30, 20.30 o 21.30, I posti sono pochi una trentina circa, vi lascio il link per prenotare https://kotoramen.it/prenotazione-firenze/

Molto bello e curato l’arredo, sicuramente chi ha fatto una vacanza in Giappone apprezzerà una riproduzione molto simile a quella degli originali locali di Tokio: pensate che i macchinari per i noodle e gli speciali pentoloni per cuocere il brodo, nel rispetto della tecnica originale, sono stati acquistati direttamente in Giappone; li potrete ammirare da una vetrata che lascia scorgere un grandissima cucina, che farà da laboratorio anche per il ristorante di Firenze.

Il menu è sintetico e chiaro.

Subito ci si fa tentare da delle tapas giapponesi; quelle che ho più apprezzato sono le vongole cotte nel sake, che diventa meno forte e con un profumo di mare.

e un pollo fritto croccante Kara-age che volevo non finisse mai… si tratta di pollo disossato, marinato in salsa di soia e sake, con una salsa agrodolce di accompagnamento, questo non potete perdervelo.

Il ramen, re del menù, può essere scelto in due misure e in varianti per tutti i palati: dal piccante al saporito con miso, vegetariano, etc.

Quello che ho voluto provare era con petto d’anatra, porro grigliato, uovo marinato, piselli freschi e gli immancabili noodles fatti in casa. Saporito e delicato al tempo stesso, carne tenerissima e i noodles, elastici, che non si sono sfaldati con il brodo caldo.

La mia paura, non essendo Gennaio, era di trovarmi con la gocciolina di sudore modello cartone animati giappo… ed invece il brodo era ad una temperatura godibile con la quale si esaltavano tutti gli ingredienti.

Il ramen è un piatto ricco e complesso nella sua esecuzione, se saputo apprezzare da molta soddisfazione al palato, per le varie sfumature di sapori che vi si combinano.

E poi in fondo anche noi Italiani abbiamo, anche se in maniera mooolto diversa, una lunga tradizione di brodo, lesso e vari abbinamenti con pasta e uova.

Infine i dolci, italiani ma rivisti in chiave orientale, per chi proprio non sa alzarsi senza dolcino. Il classico tiramisù al te macha o una panna cotta con infusione di basilico e fragole; buoni ma non mi hanno convinto molto per il semplice fatto che in un posto come questo consiglio di concentrarsi di più sulla parte salata; ho invece apprezzato molto un vino dolce di prugne, fresco e aromatico.

la spesa si aggira in media su 25 euro a testa (1 tapas, un ramen e bevuta)

Koto Lab

Via Valentini, 102

Prato

 

 

 

Ti potrebbero interessare anche...

Leave a Comment

12 − due =